Catania

 Cfr.: Sicilia, itinerario n. 2/2020- La costa sud - orientale dell’isola e il suo patrimonio barocco: Catania - Siracusa – Noto - Ragusa

                                                                                                                                                                                                                    
Catania f1
Ab. 311.584, catanesi; altezza: m. 7 s.l.m.; Città metropolitana di Catania, mappa - info Turista.: Via Vittorio Emanuelle II, 172 -  T. 800841042/ 095 7425573; P.S. H.: Piazza Santa Maria del Gesù, 5 - T.: 095 7591111 – Aeroporto Catania, via Fontanarossa: aeroporto.catania.it

Antica colonia calcidese, fondata probabilmente intorno al 729 a.C. Nel V sec. a. C. fu soggetta al dominio di Siracusa e poi dei romani nel 263 a.C. Da quel momento fino alla dominazione bizantina la città ebbe un lungo periodo di pace e di espansione economica. In seguito subì varie occupazioni e soprattutto la terribile eruzione dell’Etna del 1669 e del terremoto del 1693 che ne determinò la decadenza, fino alla fine del XX sec., quando lentamente cominciò la sua ripresa, dopo le alterne vicissitudini politiche del regno delle Due Sicilie, dell’annessione al Regno d’Italia e delle guerre mondiali.  

Il centro storico di Catania con le sue forme barocche, nel 2002, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco, insieme ai tesori artistici di altri sette comuni della Val di Noto. Il fulcro originario si trovava sulla collina di Monte Vergine, l’odierna Piazza Dante, dove è situato il Monastero di San Nicolò l’Arena. Il suo territorio è profondamente mutato a causa delle diverse calamità naturali succedutesi nel 1669, 1329, 1381. Uno dei rari monumenti che ha mantenuto le sue forme originali è il Castello Ursino, mentre il resto degli altri edifici fu ricostruito in stile barocco ovvero nelle forme settecentesche dell’epoca. A questa ricostruzione risale l’attuale impianto urbanistico della città, in cui le ampie e rettilinee vie si raccordano intorno alla principale via Etnea. Si tratta di un magnifico itinerario artistico culturale da seguire.