Ragusa

Cfr.:Sicilia, itinerario n. 2/2020La costa sud - orientale dell’isola e il suo patrimonio barocco: Catania - Siracusa – Noto - Ragusa

 

Ragusa f7

Ab. 73.373, ragusani; altezza: m. 502 s.l.m.; Provincia: Ragusa, mappa - info Turista.: Piazza San Giovanni - T. 0932 684780; P.S. H.: Piazza caduti di Nassirya, 1 - T.: 0932 600111

I primi insediamenti risalgono alla cultura di Castelluccio, circa XX sec. a.C. I primi dati sicuri però, appartengono al medioevo, Hybla, come veniva denominata la città, fu un castello bizantino sottomesso dagli arabi nell’848. Nel 1693 a causa di un forte terremoto fu rasa al suolo e ricostruita nel XVIII sec. nella parte alta del territorio.  

 

L’antica Ibla mantiene una struttura medievale e barocca, invece è di origine settecentesca il disegno urbanistico di Ragusa Superiore, situata in posizione più elevata. La città è dominata dalla Basilica di San Giorgio, posta in alto su una maestosa scalinata di accesso. Attraverso il dedalo di viuzze e scalinate del suo centro ci si incammina in un percorso che regala scorci davvero suggestivi. Nel 2002 i suoi tesori architettonici costruiti dopo il terremoto, insieme agli altri della Val di Noto, sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco.